Studi e scavi

Carlotta Franceschelli, Stefano Marabini

Lettura di un territorio sepolto. La pianura lughese in età romana

2007

formato 21 x 29,7 cm; ril. bros.

224 pagine, in b/n e a colori

ISBN 978-88-7849-027-7

€ 23,50
ordina online

La pianura lughese si caratterizza oggi per un disegno estremamente regolare, comunemente fatto risalire alla persistenza della centuriazione romana.
La presenza di diversi metri di depositi alluvionali che sigillano gli antichi livelli di frequentazione umana e le tracce di significative variazioni della rete idrografica suggeriscono però un quadro decisamente meno statico. Di qui l’idea di una rilettura puntuale del territorio, facendo ricorso, oltre alle metodologie tradizionali della Topografia Antica e della Geomorfologia, anche a un’estensiva indagine sul primo sottosuolo attraverso sondaggi meccanici e manuali, in base a canoni stratigrafici di tipo geologico.

Ciò ha permesso di acquisire nuovi elementi sull’evoluzione di questa pianura nelle ultime migliaia di anni e, in particolare, di interpretare l’attuale disegno della campagna in chiave diacronica, in rapporto alle diverse fasi del popolamento e alle modifiche dell’assetto idrografico/ambientale.

Prefazione - Presentazione della ricerca - Inquadramento geologico - Il contesto storico - Le tracce del popolamento di età romana - Il "survey del primo sottosuolo" - L’antico assetto idrografico - Lettura diacronica degli assetti territoriali - Appendice. La documentazione per le sezioni geoarcheologiche – Bibliografia - Indice delle figure, delle tavole e referenze fotografiche - Tavole