Cerca

Ricerca all'interno del nostro catalogo.


Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successiva

NOVITA'
Paola Poli, Elena Rodriguez (a cura di)

Archeologia delle scoperte

I rinvenimenti dell'età del Ferro a Verucchio
2019
formato 17 x 24 cm; ril. bros.
collana Quaderni villanoviani, 1
124 pagine, in b/n e a colori
ISBN 978-88-7849-117-5
€ 14,00
Leggi nel dettaglio Aggiungi al carrello

La collana “Quaderni villanoviani” nasce all’interno del Museo Civico Archeologico di Verucchio per offrire percorsi di approfondimento che traggono spunto dalla storia e dal patrimonio che il Museo è chiamato a preservare e valorizzare. Oltre che come supporto nella visita, i “Quaderni” si offrono come appunti nel viaggio della conoscenza di un territorio emblematico della cultura villanoviana, che attraverso le sue espressioni materiali permette di delineare numerosi aspetti di questa antica civiltà. I singoli volumi, dedicati a temi specifici, si intrecciano tra loro in una trama composita, dove confluisce l’incessante lavoro di ricerca – passato e presente – degli studiosi e degli archeologi dediti alla protostoria di Verucchio.

Il primo numero della collana non poteva che partire dall’inizio, dalla storia degli scavi e delle scoperte che hanno portato in luce lo straordinario patrimonio archeologico di Verucchio. Si è scelto di raccontarla dando risalto anche alle vicende meno consuete dei principali protagonisti, nel tentativo di far entrare il lettore nel clima che già dalla fine dell’Ottocento animò studiosi e appassionati intorno ad un sito da subito rivelatosi di rilievo nazionale. Lo sguardo giunge fino ai giorni nostri, con una sintesi delle più recenti campagne di scavo.

NOVITA'
Giovanna Gambacurta e Angela Ruta Serafini

I Celti e il Veneto

Storie di culture a confronto
2019
formato 17 x 24 cm; ril. bros.
collana Ricerche 7
204 pagine, in b/n
ISBN 978-88-7849-143-4
€ 22,00
Leggi nel dettaglio Aggiungi al carrello

Se usata con uno sguardo “da reporter”, l’archeologia sa essere una chiave di lettura attuale ed obiettiva nella conoscenza delle relazioni tra culture: in questo caso i Celti da un lato, con i loro oggetti, armi, nomi, e il Veneto antico dall’altro, che importa, rielabora, si confronta con questo mondo inizialmente estraneo, poi sempre più coinvolto nelle vicende italiche.
La distribuzione territoriale dei materiali archeologici e le liste analitiche dei rinvenimenti costituiscono il palinsesto di una narrazione che sapientemente le autrici dipanano attraverso cinque secoli di storia, dai primi contatti della fine del VI-primi del V secolo a.C. fino alle soglie della romanizzazione.
Scanditi in otto tempi, i diversi periodi vengono presentati mettendone in risalto i tratti più caratteristici, restituendo alla fine un’immagine dei Celti strettamente fedele alla realtà storica e un quadro vitale e poliedrico della cultura veneta antica.

 

NOVITA'
Diana Neri (a cura di)

Museo Civico Archeologico di Castelfranco Emilia "A.C. Simonini" - Guida

2019
formato 16 x 29,7 cm; ril. bros.
128 pagine, in b/n e a colori
ISBN 978-88-7849-141-0
€ 12,00
Leggi nel dettaglio Aggiungi al carrello

La collezione archeologica conservata ed esposta nelle sale di Palazzo Piella a Castelfranco Emilia (Modena) copre un ampio arco cronologico che va dalle prime testimonianze di età preistorica fino al Medioevo. Fra i numerosi reperti, tutti provenienti dal territorio, spiccano per importanza quelli relativi alla civiltà etrusca e quelli pertinenti a Forum Gallorum, piccolo centro romano sorto in stretta relazione con la via Emilia fra le colonie di Mutina e Bononia.
Il Museo Civico Archeologico “A.C. Simonini”, in costante collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, è promotore anche di attività di didattica, ricerca e studio, unendo così alla tutela la valorizzazione e la promozione del patrimonio.

NOVITA'
Arianna Capiotto, Elena Sala - illustrazioni di Luca Tagliafico

Una vittoria per la dea

I CercaStoria. Avventure alla scoperta di curiosi oggetti del passato - 6
2019
formato 15x21 cm; ril. bros.
48 pagine, a colori
ISBN 978-88-7849-137-3
€ 9,50
Leggi nel dettaglio Aggiungi al carrello

Atene, V secolo a.C.: gli atleti migliori della Grecia si sfidano in onore di Atena, ma non tutti giocano pulito, e non solo perché hanno il corpo unto d’olio… Nel loro viaggio nel passato, reso possibile dal magico Saltacronos, Miriam e Adam devono prestare attenzione a inganni e tranelli, oltre che al misterioso reperto che hanno visto nel laboratorio di Cecilia, archeologa e madre della ragazzina. Per capire a cosa serviva l’oggetto e per smascherare i furfanti serviranno coraggio, intelligenza e un nuovo amico, un premio che vale più di ogni vittoria.

NOVITA'
Fabiana Fabbri

Votivi anatomici fittili

Uno straordinario fenomeno di religiosità popolare dell'Italia antica
2019
formato 17 x 24 cm; ril. bros.
collana Ricerche 6
264 pagine, in b/n
ISBN 978-88-7849-135-9
€ 19,00
Leggi nel dettaglio Aggiungi al carrello

Gli ex voto anatomici fittili, manifestazioni tangibili della devozione popolare dell’Italia antica, emersi a migliaia fin dai primi scavi archeologici nel nostro Paese, ci raccontano di un fenomeno ancora poco conosciuto, ma assai diffuso e radicato tra le popolazioni etrusche e italiche di epoca medio e tardo-repubblicana. Questo materiale, considerato in genere di scarso valore dagli scavatori del passato, solo in tempi più recenti ha conquistato una propria dignità nella letteratura scientifica.
Partendo dalle testimonianze archeologiche, l’indagine esamina questa peculiare espressione della religiosità popolare antica, che vedeva nella protezione della salute e della capacità riproduttiva elementi essenziali per la sopravvivenza, addentrandosi all’interno dei diversi aspetti del fenomeno alla ricerca delle sue implicazioni sociali, economiche e cultuali. Un’indagine sulle connessioni tra i luoghi di ritrovamento di queste offerte, spesso legate ai culti delle acque, e la presenza di affioramenti termali e di risorgive rivela significative coincidenze. A ciò si aggiungono nuove ipotesi su alcuni aspetti tipologici e paleopatologici del fenomeno, espressione “trasversale” di una devozione popolare tanto povera quanto suggestiva.

Presentazioni di: Alessandro Sebastiani (University at Buffalo, USA), Giulio Ciampoltrini e Paola Rendini (MIBAC).

NOVITA'
Mario Cesarano, Maria Cristina Vallicelli, Lorenzo Zamboni (a cura di)

Antichi Romani e romanità nelle terre del Delta del Po. Nuovi studi e prospettive di ricerca

2018
formato 21 x 29,7 cm; ril. bros.
collana Ricerche - Series Maior 8
224 pagine, in b/n
ISBN 978-88-7849-131-1
€ 24,00
Leggi nel dettaglio Aggiungi al carrello
Il territorio del basso corso del Po era in epoca romana un ambiente difficile, dominato dalle acque e in costante mutamento. Il popolamento dell’area rappresentò una sfida per i Romani, e di questa sfida il volume ricostruisce le tracce attraverso le più recenti ricerche archeologiche e topografiche. Correlando le conoscenze – frutto di numerose campagne di scavo, attività di ricognizione e analisi di materiali condotte da Università, Soprintendenze e gruppi di volontariato, in particolare dal Gruppo Archeologico Ferrarese – emergono le soluzioni tecniche e i modelli economici e culturali con i quali i Romani si affermarono nelle impervie terre del Delta, oggi diviso tra Veneto ed Emilia Romagna, ma che due millenni anni fa era unitario e parte integrante del mondo “globalizzato” dell’epoca, quello dell’Impero di Roma.
Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successiva