News

Precedente 1 2 3 4 5 Successiva
18/06/2021

Presentazione libro 18 giugno ore 10,30 al Salone d'Onore di Palazzo Dall'Armi Marescalchi (via IV Novembre 5, Bologna)

"Un arcipelago di storia. Archeologia e isole ecologiche interrate a Bologna", a cura di Renata Curina, Valentina Di Stefano e Cristian Tassinari
In occasione della rassegna "Dialoghi col terriotorio - Giornate Europee dell'Archeologia 2021", verrà presentato il libro "Un arcipelago di storia. Archeologia e isole ecologiche interrate a Bologna", a cura di Renata Curina, Valentina Di Stefano e Cristian Tassinari - sintesi di una considerevole quantità di dati archeologici raccolti durante la realizzazione delle mini isole ecologiche interrate nel centro urbano di Bologna, che documentano la crescita e lo sviluppo diacronico della città a partire dall’VIII secolo a.C. fino ai giorni nostri.
Il volume inaugura la nuova collana Quaderni di Archeologia dell'Emilia-Romagna, che rappresenta un importante momento di aggiornamento e di approfondimento dell'esito delle più importanti ricerche archeologiche condotte in questa regione e a cui collaborano congiuntamente le tre Soprintendenze ABAP della regione (Comitato di Redazione: Annalisa Capurso, Marco Podini, Annalisa Pozzi, Rossana Gabusi).
scarica la locandina - Isole Ecologiche_presentazione.jpg
07/06/2021

Ante Quem Ragazzi a FIERI DI LEGGERE - Libri in mostra

Librerie.coop Ambasciatori
via Orefici 19, Bologna
Durante tutto il mese di giugno all'Ambasciatori i lettori troveranno un percorso realizzato dai librai in collaborazione con Accademia Drosselmeier, che passa attraverso 25 editori per ragazzi emiliano romagnoli suggerendo spunti di lettura, approfondimenti. Spazio agli editori regionali che si dedicano con estro e passione al pubblico dei più piccoli.
21Lettere, Ante Quem, Artebambini, Bacchilega, Canicola, Coconino, Corsiero, Fatatrac, Fondazione Gualandi, Hamelin, KappaLab, La Linea, Libre, Logos, Kira Kira, Minerva, Minibombo, Occhiolino, Panini, Picarona, Pulce, Quinto Quarto, Sabir, Stoppani, Zoolibri
21/05/2021

Ocnus. Quaderni della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici, 28, 2020

«Ocnus. Quaderni della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici» accoglie, sulla base di rigorosi referaggi esterni, lavori dei docenti dell’omonima Scuola di Specializzazione di Bologna, lezioni e conferenze tenute da studiosi ospiti, ricerche degli allievi e contributi di specialisti di livello internazionale. Tenuto conto dell’ampio spettro di discipline della Scuola – dalla Preistoria all’Archeologia Orientale, dall’Archeologia Classica all’Archeologia tardo-antica e medievale, dall'Archeometria alla Bioarcheologia, dal Restauro all'Archeologia pubblica – «Ocnus» intende proporsi anche come sede aperta a contributi e studi di forte impronta antropologica e interdisciplinare.
21/05/2021

Ante Quem e il Museo Archeologico di Orbetello

L'articolo su La Nazione di Grosseto
07/05/2021

RIAPRE IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI ORBETELLO

Ante Quem gestirà i servizi museali del Museo Archeologico Guzman di Orbetello (GR).
Il museo, allestito presso il suggestivo edificio storico dell’ex polveriera Guzman, è chiuso dal 2015 ed è una delle realtà espositive più importanti della Maremma e di tutta la Toscana; la sua riapertura è il fulcro di un importante progetto di valorizzazione dei Beni Culturali del territorio orbetellano, al quale Ante Quem è stata chiamata a collaborare tramite la nuova gestione museale.
Vogliamo ringraziare l’Amministrazione comunale tutta, il Sindaco Andrea Casamenti, l’Assessore alla Cultura Maddalena Ottali, l’Assessore Delegato ai Lavori Pubblici Sen. Roberto Berardi, per la stima e la fiducia accordataci nell’accompagnarli in un progetto strategico per il territorio; ringraziamo gli uffici comunali che si sono prodigati in un importante lavoro preparatorio per la buona riuscita della riapertura, nelle persone di Alessandra Mei ed Elena Guarino.
Un particolare ringraziamento va infine ai colleghi archeologi di Soprintendenza, al Soprintendente Andrea Muzzi, ai funzionari archeologi Matteo Milletti ed Enrico Giuffré, con i quali da tempo è in corso una proficua collaborazione sul territorio che si protrarrà nella gestione e nella progettazione futura del museo.
Per noi è un grande onore e motivo di soddisfazione poter mettere al servizio di questa struttura e di tutti i cittadini orbetellani il nostro entusiasmo, le nostre competenze, il nostro amore per l’antico e per i Beni Culturali. Il “nostro” museo archeologico sarà un museo moderno, aperto, costantemente in dialogo con il presente ma radicato in un passato che è il vero presidio di appartenenza per una comunità.

ORARI:
Vi aspettiamo a partire da sabato 15 maggio 2021, obbligatoriamente su prenotazione secondo quanto disposto dalle regole anti-Covid-19 nazionali, con i seguenti orari:
sabato: dalle ore 16 alle ore 19
domenica: dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19.
I turni di accesso prevedono massimo 10 persone ogni ora.
Per le SCUOLE:
Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, su prenotazione.

L’ingresso è GRATUITO.

Le prenotazioni saranno aperte da lunedì 10 maggio 2021 con le seguenti modalità:
via mail: info@antequem.it
Telefonicamente, al numero 3701589727 nei seguenti orari:
dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.
È possibile prenotare al numero sopra indicato anche via SMS o Whatsapp, indicando nome e cognome del prenotante e il numero di persone che accederanno al museo.
Norme di accesso secondo i protocolli nazionali anti Covid-19:
all’ingresso in Museo sarà rilevata la temperatura e non sarà possibile accedere con temperatura superiore a 37,5 gradi.
È richiesto tassativamente il rispetto delle norme igienico-sanitarie anti Covid-19: uso corretto della mascherina e disinfezione delle mani all’ingresso; all’interno della struttura è richiesto il distanziamento interpersonale di almeno 1,5 m seguendo il percorso e i punti di sosta segnalati a terra.
Il personale del museo è a vostra disposizione per ogni necessità, ma ci riserviamo di allontanare dalla struttura chi non osserverà il protocollo sopra indicato.
01/04/2021

12th ICAANE - Bologna, 6-9 aprile 2021

Ci trovate nella "Expo Area" al sito https://12icaane.ibrida.io/expo/31
Alma Mater Studiorum Università di Bologna: https://eventi.unibo.it/12icaane
19/03/2021

Presentazione libro domani 20 marzo ore 11 su Google Meet

"Animum pictura pascit (Verg., Aen. I, 464). Abitare con le pitture nel Mediterraneo antico. Atti delle Giornate Gregoriane XIII Edizione (Agrigento 29 novembre-1 dicembre 2019)" a cura di Valentina Caminneci, Maria Concetta Parello, Maria Serena Rizzo.
Presentazione: "Animum pictura pascit (Verg., Aen. I, 464). Abitare con le pitture nel Mediterraneo antico. Atti delle Giornate Gregoriane XIII Edizione (Agrigento 29 novembre-1 dicembre 2019)" a cura di Valentina Caminneci, Maria Concetta Parello, Maria Serena Rizzo.
AIRPA - Associazione Italiana Ricerche Pittura Antica
terzo e ultimo incontro di Aspettando AIRPA IV

11/03/2021

Atti del I Convegno Internazionale di Archeologia Medievale nelle Marche (Macerata, 9-11 maggio 2019)

Umberto Moscatelli, Daniele Sacco (a cura di)

Il territorio della Regione Marche fu teatro di alcuni degli avvenimenti storici che segnarono il tramonto del mondo romano e la lunga transizione verso il Medioevo. La fine delle ville romane, la Guerra Greco-Gotica e l’arrivo dei Longobardi furono i principali motori di una serie di processi che modellarono i profondi cambiamenti in cui furono coinvolte le città e le campagne.

L’apporto dell’archeologia allo studio di quella cruciale fase storica è determinante, come emerge con assoluta chiarezza dai numerosi contributi inclusi negli Atti di questo Convegno di Archeologia Medievale nelle Marche, il primo dedicato all’archeologia postclassica nella Regione. Ad esso hanno partecipato studiosi provenienti da Marche, Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia, Friuli, Toscana e Veneto, che hanno presentato e discusso i risultati delle più recenti ricerche sul campo, affrontando i temi della storia urbana, del territorio, delle trasformazioni delle ville romane, dell’archeologia dell’architettura, delle produzioni, dell’archeometria e della numismatica.

22/02/2021

Animum pictura pascit (Verg., Aen. I, 464). Abitare con le pitture nel Mediterraneo antico (Atti delle Giornate Gregoriane XIII Edizione, Agrigento 29 novembre-1 dicembre 2019)

Valentina Caminneci, Maria Concetta Parello, Maria Serena Rizzo (a cura di)

Il volume raccoglie gli atti delle Giornate Gregoriane, prestigioso appuntamento scientifico annuale, giunto alla XIII edizione. Il tema generale, la pittura antica in ambiente domestico, è articolato in sessioni, secondo un criterio topografico che consente di recuperare una visione di sintesi e di valorizzare al contempo i singoli contesti. Comunicazioni e poster si soffermano sui sistemi decorativi in rapporto alla planimetria della casa, riflesso delle scelte culturali del dominus, prestando particolare attenzione alla documentazione e al restauro delle pitture, anche virtuale. Proprio l’adozione della tecnologia nella fase investigativa, documentale ed interpretativa rappresenta sicuramente il carattere più innovativo degli studi presentati durante le Giornate.

05/01/2021

Ostra: archeologia di una città romana delle Marche (scavi 2006-2019)

Pier Luigi Dall’Aglio, Carlotta Franceschelli (a cura di)

«Senza pensier di mentire (al creder mio si può tener per fermo) che questa fosse trà le più celebri dell’altre, che nelle Contrada situate fossero». Così Vincenzo Cimarelli nel 1642, nelle sue Istorie dello Stato di Urbino, scriveva parlando di Ostra. A più di 250 anni di distanza, il Ciavarini, descrivendo gli scavi che stava compiendo a Ostra per conto del Baldoni, ribadiva l’importanza e la ricchezza del sito. È dunque sotto questi auspici che, dal 2006, l’Università di Bologna, affiancata da quella francese di Clermont Auvergne, conduce scavi sistematici nell’area dell’antica città romana.

Il volume vuole dare conto di quest’attività, presentando i risultati e traendo spunti inediti per raccontare la storia di Ostra, delinearne i tratti caratterizzanti e ricostruirne le trasformazioni intervenute nel corso del tempo, anche in relazione al contesto storico e geografico di questo settore delle Marche.

Precedente 1 2 3 4 5 Successiva