Studi e scavi

Simone Rambaldi

Monopteros. Le edicole circolari nell'architettura dell'Italia romana

2003

formato 21 x 29,7 cm; ril. bros.
128 pagine, in b/n
ISBN 88-900972-0-5

€ 18,00
Aggiungi al carrello

Nell’architettura romana, le edicole colonnate a giorno – chiamate monopteroi da Vitruvio, il quale sicuramente mutua il termine dalla precettistica greca – occupano un posto di importanza certo non primaria, ma pur sempre di notevole interesse, poiché contribuiscono a gettare luce sui criteri e sulle finalità che guidavano i costruttori nella scelta delle forme edilizie. Questi piccoli edifici, infatti, appaiono variamente impiegati in impianti molto diversi fra loro, pubblici e privati: essi possono appartenere, ad esempio, a organismi vasti e complessi quali i macella, di solito in relazione con le attività commerciali che vi si svolgevano, ma possono anche costituire l’elemento dominante di un monumento funerario, assolvendo essenzialmente al compito di contenere statue.

Il presente lavoro esamina il molteplice utilizzo di queste edicole nell’Italia romana, proponendosi, da un lato, di indicare le ragioni che ne hanno di volta in volta motivato l’impiego, dall’altro, di scoprire ciò che può esservi di comune nelle loro svariate applicazioni. A tal fine sono state studiate anche le raffigurazioni di monopteroi nella pittura parietale, utili per integrare le informazioni fornite dalle testimonianze archeologiche.

Prefazione - Premessa - Storia degli studi e metodo della ricerca - Le fonti e i precedenti greci - Sviluppo e funzioni del monopteros nell’architettura romana -  Catalogo - I monopteroi nella pittura romana - Conclusioni - Bibliografia - Indice delle figure e referenze fotografiche - Indice delle fonti - Indice dei luoghi